003 Luca

Luca Chiavinato, liuto barocco e oud

Inizia gli studi con la chitarra classica, sviluppando da subito una spiccata tendenza al polistrumentismo, che lo porta a dedicarsi al liuto e agli strumenti a pizzico della tradizione europea tra ‘500 e ‘700 (liuto rinascimentale, liuto barocco, tiorba, vihuela, chitarra barocca, colascione) e in seguito agli strumenti a corda pizzicata di tradizione extraeuropea, tra cui oud e setar persiano.

Negli anni svolge intensa attività concertistica soprattutto come solista, in particolare con il liuto barocco. Dopo un lungo periodo dedicato allo studio del repertorio antico, anche dal punto di vista musicologico, inizia a lavorare su trascrizioni proprie, sia di musica antica che contemporanea.

Matura nel tempo un profondo interesse per la musica arabo-andalusa attraverso lo studio dell’oud e dà vita, come improvvisatore nonché compositore, a progetti di fusione tra repertorio classico, etnico e jazz, in particolare assieme a Silvia Rinaldi (Duo Rinaldi_Chiavinato) e Francesco Ganassin (Duo Nafès).

Suona come solista in importanti sale concerto e università, in Italia e all’estero. Nel 2009, in collaborazione con la prestigiosa casa di produzione giapponese IMC Publisher è in tournée a Tokyo e si esibisce presso il teatro Bunka Shutter. In Thailandia suona a Bangkok presso la Chulalongkorn University per l’ambasciata Italiana, e presso la Assumption University. Tiene concerti in Francia per le università di Strasburgo e Nancy, in Ungheria per l’Università della Musica di Debrecen, in Polonia presso il Teatro Ludowy di Cracovia e le università di Varsavia e Opole. In Italia si esibisce in numerose città tra cui Venezia, Roma, Firenze, Genova, Bologna all’interno di festival e rassegne.

Attivo come continuista, collabora con varie formazioni da camera e orchestre tra cui Ensemble Vvox, fondato dalla cantante Vivica Genaux, Modo Antiquo, diretto da Federico  Maria Sardelli, Oficina Musicum e Novart Baroque Ensemble. Suona come solista con la Siam Simphony Orchestra di Bangkok diretta da Somtow Sucharitkul.

Si dedica da sempre con grande passione all’attività didattica, attraverso masterclass, lezioni-concerto e conferenze che svolge spesso in concomitanza di concerti, tenendo corsi a Tokyo, Bangkok, Cracovia, Strasburgo, Nancy, Debrecen e in Italia.

Attivo come musicista nel mondo del teatro, suona in allestimenti di numerosi spettacoli in Italia e all’estero. Collabora da 15 anni con l’Associazione Professionalità dello Spettacolo Bel Teatro di Padova, per cui cura e scrive le musiche di numerosi spettacoli. Compare come musicista nel film di Lasse Hallstrom Casanova.

Ha curato per IMC Publisher di Tokyo, all’interno della collana di DVD Renaissance and Baroque, la parte dedicata al repertorio solistico e da camera per liuto, suonando musiche tratte dal repertorio per liuto rinascimentale, vihuela, arciliuto, tiorba e liuto barocco.

E’ ideatore di Artists in Residence, progetto di coesione sociale dedicato a giovani musicisti Siriani, Iracheni, Ezidi e Kurdi, residenti in Kurdistan Iracheno. Fulcro dell’attività è la residenza artistica in campo profughi, condotta in collaborazione con Un ponte per… e Ya-Basta. Da Artists in Residence prende forma Walking Sounds, lavoro di produzione artistica curata da New Landscapes sul materiale musicale registrato e raccolto in terra irachena,  rielaborato, riarrangiato, post-prodotto con la collaborazione di musicisti italiani, per la realizzazione di una produzione discografica.