Menhir è il nuovo lavoro discografico del quartetto New Landscapes, formato da Silvia Rinaldi al violino, Luca Chiavinato al liuto barocco e all’oud, Sergio Marchesini all’accordeon, Francesco Ganassin al clarinetto basso.

Con questo lavoro New Landscapes vuole coronare la sua attività pluriennale, dopo il fortunatissimo cd live “Rumors” , l’esperienza di contaminazione e cooperazione internazionale di “Walking Sounds – Tracks from Iraqi Kurdistan to Italy”, entrambi dischi prodotti da Caligola Records, e la collaborazione alla colonna sonora de “L’ordine delle cose” di Andrea Segre, composta da Sergio Marchesini, prodotta da Azzurra Music.

“Menhir” è il primo vero e proprio concept album dell’ensemble, nato come trio nel Marzo del 2015 costituito da Silvia Rinaldi, Luca Chiavinato, Francesco Ganassin, tre musicisti con un ricco background di esperienze concertistiche , produzioni discografiche e collaborazioni di respiro internazionale, nell’ambito della musica antica, della world music, del jazz e della musica contemporanea, nei primi mesi del 2019 diviene un quartetto con l’ingresso nella formazione di Sergio Marchesini, noto pianista, fisarmonicista e compositore, in particolare di colonne sonore per film e documentari.

Il disco vede inoltre la partecipazione in sei dei tredici brani che compongono la tracklist, di Marco Ambrosini, musicista di fama internazionale, specialista della nickelharpa e noto per la sua capacità di frequentare repertori estremamente eterogenei, dalla musica antica alla contemporanea, passando per i repertori tradizionali del Mediterraneo.

“Menhir” è stato registrato nel maggio 2019 nello studio discografico di Francesco Franz Fabiano, tecnico del suono che segue New Landscapes fin dall’esordio del progetto. Il disco è prodotto da Visage, etichetta discografica italiana che nasce inizialmente dalla volontà di alcuni musicisti gravitanti intorno al progetto Banditaliana, in particolare di Claudio Carboni e che negli anni si è distinta per la larghezza di vedute, per la capacità di intendere nelle loro accezioni più ampie la world music, la nuova musica contemporanea e la composizione per formazioni inedite e per strumenti di estrazione extra-colta.

La nuova produzione discografica del quartetto prende il titolo da uno degli oggetti simbolici più importanti e significativi dell’età della pietra: il menhir. Dalle liner notes del CD si evince che per il quartetto è stata illuminante la lettura del libro “Walkscapes” di Francesco Careri, che indica nel menhir, e nell’area in cui veniva eretto, un luogo dalla incredibile valenza simbolica, estremamente attuale.

E’ interessante il legame sottile del menhir con il suono, con la musica. Fulvio Jesi, nel suo Il linguaggio delle pietre, ricorda che tra i molti nomi con cui vengono chiamati i menhir nelle diverse culture vi è anche il termine di “pietre danzanti”. Probabilmente per la taglia vicina a quella umana che suggerisce una presenza viva interna alla pietra, o per via delle danze e dei rituali che vi si svolgevano intorno.

I brani del disco sono in gran parte composizioni dei musicisti dell’ensemble. E come accade fin dai primi passi del progetto, la nuova musica scritta da New Landscapes, trova una controparte stimolante e visionaria nelle riletture di alcuni standard jazz, in questo caso di una esplosiva Watusa di Sun Ra e la lacerante Lonely Woman di Ornette Coleman, e nelle trascrizioni dal repertorio antico, In darkness let me dwell di John Dowland, o dal più contemporaneo dei compositori del Novecento, come accade nel brano che chiude il cd: The dream di John Cage.

Tracklist

1. Mudra (F. Ganassin) 1’44”

2. Watusa (Sun Ra) 2’46”

3. Leblebi (F. Ganassin) 4’14”

4. Ikebana (F. Ganassin) 3’33”

5. Menhir (L. Chiavinato) 4’06”

6. Una promessa per Sara (S. Marchesini) 2’54”

7. Nimrud (L. Chiavinato) 4’28”

8. Quarto racconto (L. Chiavinato) / Hijaz Mandra (trad.) 5’20”

9. Izmir (F. Ganassin) 3’45”

10. In darkness let me dwell (J. Dowland) 3’37”

11. Lonely woman (O. Coleman) 3’38”

12. Mantra (F. Ganassin) 2’52”

13. The dream (J. Cage) 4’52”

Silvia Rinaldi (violino)

Luca Chiavinato (liuto barocco, oud)

Sergio Marchesini (accordeon)

Francesco Ganassin (clarinetto basso)

tracks n. 2, 4, 5, 7, 8, 12 featuring Marco Ambrosini (nickelharpa)

Registrato il 23 e 24 Maggio 2019 da Francesco Franz Fabiano

Riprese e post-produzione http://www.franzsuono.com

© Visage Music 2020 http://www.visagemusic.it VM 3028

Contatti:

Silvia Rinaldi tel: 347.3234312 e-mail silviarinaldi67@gmail.com

Francesco Ganassin tel 328.5441669 e-mail francescoganassin@gmail.com

Web site www.newlandscapesquartet.com